I crostoli, infatti, presenti soprattutto nella terraferma veneziana, sono quasi rettangolari, segno forse della loro antica tradizione, spesso resi meno “grezzi” con l’arricciamento del bordo ottenuto tagliando la pasta con la rotella dentata. Pur se confezionati con la medesima ricetta, i galani, tipici invece della città di Venezia, sono delle strisce di pasta tagliata in forma di nastro, lungo o corta, detto appunto galan, prima di essere immerso nel grasso bollente. Il vocabolo crostolo deriva dal latino crusta, che indicava una sorta di biscottino. Leggi la ricettara i dolci del Carnevale regna incontrastato il Crostolo o Galano. Il motivo per il quale hanno due nomi,  è dovuto dalle forme con il quale viene confezionato.I crostoli, infatti, presenti soprattutto nella terraferma veneziana, sono quasi rettangolari, segno forse della loro antica tradizione, spesso resi meno “grezzi” con l’arricciamento del bordo ottenuto tagliando la pasta con la rotella dentata. Pur se confezionati con la medesima ricetta, i galani, tipici invece della città di Venezia, sono delle strisce di pasta tagliata in forma di nastro, lungo o corta, detto appunto galan, prima di essere immerso nel grasso bollente. Il vocabolo crostolo deriva dal latino crusta, che indicava una sorta di biscottino. Leggi la ricetta

INGREDIENTI (10-12 persone)

500 g di farina
4 uova
200 g di zucchero
150 g di burro
1 bicchierino di grappa
sale
zucchero a velo

PREPARAZIONE 
Versate le uova intere in una terrina, aggiungete lo zucchero e sbattetele fino a quando lo zucchero si sarà sciolto; unite il burro ammorbidito e diluite con la grappa. Aggiungete la farina e il sale e mescolate con grande cura fino a ottenere un impasto liscio e morbido. lasciatelo riposare un pò, quindi cospargete sulla spianatoia della farina e tirate la pasta col matterello fino a ottenere una sfoglia sottilissima e senza sbavature e tagliatela a losanghe nella mistura voluta, servendovi dell’apposita rotellina dentata. Fate friggere le losanghe nell’olio o strutto bollente, scolatele velocemente e cospargetele infine di zucchero a velo.

ABBINAMENTO CON I VINI 
Colli Euganei Moscato Fior D’Arancio D.O.C.